Lineattiva / linea D // Panchina Simbiotica

[Andrea Di Renzo, Jacopo Brunelli, Andrea Balloni, Umberto Tedeschini]

Il progetto prende le mosse dallo studio dei sinuosi profili collinari, cosí forti ed importanti nella quinta della pista ciclabile, tanto lineare ed orizzontale. Idea che si é materializzata nel rapporto simbiotico fra attenzione bontanica e comfort antropico.

L’esigenza di fruizione del territorio (degli utenti “vegetali” e “umani”!) hanno portato alla progettazione di una panchina costituita da un sistema portante di costole in alluminio ed un sistema irrigidente di tubi idraulici rinforzati in kevlar. La struttura a permette la crescita di vegetazione mentre i tubi, nei quali é prevista acqua, permette di irrigare il suolo o vaporizzare, generando un comfort per le due utenze.

Panchina Simbiotica

Il progetto ovviamente è fortemente derivante dalle geometrie naturali riprende la sinuosità e l’orizzontalità con una forma che sembra nascere dal terreno stesso. L’alluminio è stato tagliato con una macchina a taglio laser. Le costole derivate da questo taglio sono state incastrate tra loco e successivamente irrigidite con i tubi.

La progettazione del modello é stata resa parametrica determinando la larghezza della seduta, quindi il programma di utilizzo, come fattore di regolazione.

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Panchina Simbiotica

Crediti

lineattiva / prototipi di attivazione paesaggistica

pista ciclopedonale fra Pineto (TE) e la sua frazione Scerne

Pineto, 28 maggio – 2 giugno 2009

Patrocinato dal Comune di Pineto / Assessore all’Urbanistica Ida Nardi

Coordinatore del Workshop: Berardo Matalucci

Tutor: Enrico Crobu, Fabiano Spano

Giuria Invitata: prof. Romolo Continenza (DAU), arch. Lino Grifoni (ZEDA Plus)

Sponsor:

Leave a Reply